Alla scoperta delle radici di Placido Mandanici

Archivi di Stato e delle parrocchie, incroci di date e nomi, rilievi di errori di trascrizione e accoglimento di suggestioni e linee d’indagine: la vita straordinaria di Placido Mandanici, l’artista, compositore e musicista, al quale è dedicato il Teatro Comunale, si arricchisce di nuove informazioni in una “cronaca” che si dipana come un romanzo.
Dopo l’incontro della scorsa estate che tanto interesse aveva suscitato, l’esperto prof. Gaetano Mercadante torna dunque a parlare della vita di Mandanici illustrando le scoperte di questi ultimi mesi nella conferenza che ha preceduto la presentazione della nuova Stagione del Teatro. Con Mercadante è intervenuto anche il giornalista arch. Marcello Crinò che ha analizzato le risultanze degli studi alla luce delle biografie esistenti del grande artista.
Tra le “chicche” rintracciate da Mercadante il fatto che Mandanici non era figlio unico, come si è a lungo creduto, ma anche che ebbe due compagne, e da ciascuna un figlio, e che la sua prima moglie era barcellonese e lo seguì nella sua carriera straordinaria a Napoli, a Genova, a Milano.

Menu