Mix virtuoso di pubblico e privato

Tra spettacoli acquistati, spettacoli prodotti e spettacoli in concessione, la Stagione 2019 del Teatro Mandanici, la terza gestita direttamente dal Comune di Barcellona Pozzo di Gotto, è occasione di collaborazione virtuosa tra pubblico e privato.
Lo ha ribadito il sindaco Roberto Materia nella conferenza di presentazione, ricordando sia l’importanza del rispetto delle regole sul riequilibrio dei bilanci sia il valore delle scelte di cartellone, capaci di attrarre pubblici diversi e, soprattutto, di coinvolgere appieno anche le nuove generazioni. La Stagione 2019 – ha detto il primo cittadino – “costerà di meno senza rinunciare  all’altissima qualità del cartellone”.  E l’auspicio è quello di rendere il Teatro Mandanici, ormai accreditato tra i maggiori teatri siciliani, un luogo di cultura e arte di rilievo nazionale. “Sono certo  che ci riusciremo, grazie al calore e alla sensibilità del nostro pubblico e al livello degli spettacoli presentati, grazie all’apporto innovativo dei laboratori performativi che saranno guidati da Sasà Neri  e grazie alla dedizione del segretario comunale Lucio Catania e di tutti i componenti dell’Ufficio Teatro”.
Musical, balletto, operetta e concerto e il debutto dello spettacolo di produzione compongono il cartellone della prima parte della Stagione 2019 del Teatro Mandanici. Si tratta di “Dirty Dancing“, “La vie en rose … Bolero“, “Benvenuti al Cavallino Bianco“, Enrico Ruggeri in concerto e “D’Artagnan e i Tre Moschettieri“.
Ma la Stagione non si fermerà però alla prima parte dell’anno. Il sipario tornerà infatti ad aprirsi dopo l’estate.
E sarà la volta della grande prosa. Si sa già infatti che a novembre al Mandanici sarà rappresentata “La tempesta” di Shakespeare per la regia di Roberto Andò. Una versione acclamata da pubblico e critica del capolavoro del Bardo che vede nel cast, tra gli altri, Renato Carpentieri (Prospero), Giulia Andò (Miranda) e Vincenzo Pirrotta (Calibano).
Ma non è tutto. L’Ufficio Teatro diretto dal segretario comunale Lucio Catania è infatti al lavoro per completare il cartellone, arricchendolo di appuntamenti anche per i mesi di ottobre e dicembre.