Una “squadra” al servizio dei giovani talenti

“Il talento esiste in ognuno. A noi il compito, e l’onore, di aiutare il talento ad esprimersi, a crescere, a farsi conoscere. L’obiettivo è dunque quello di accompagnare i giovani di Barcellona Pozzo di Gotto nel viaggio meraviglioso alla scoperta di se stessi”. Ha parlato di amore e coraggio Sasà Neri nel presentare il laboratorio performativo che, a partire dalle audizioni per le quali presto ci saranno date e orari, metterà insieme il cast del musical inedito “D’Artagnan e i tre moschettieri”, in cartellone sabato 18 maggio. Amore perché “il teatro è vita, è presente, è qui e ora”. E coraggio perché “conoscere le infinite capacità di cui ciascuno di noi, soprattutto se giovane, è portatore implica assumersi la responsabilità di dar corpo, voce, spazio, ascolto a quelle capacità, a quelle potenzialità”. Sarà lo stesso Neri, in accordo con l’Amministrazione, a raccontare nelle scuole di Barcellona in cosa consisterà il laboratorio, quale sia non soltanto l’obiettivo da raggiungere quanto soprattutto lo spirito con cui affrontarlo. “Il teatro insegna – nonostante tutto – l’importanza di fare squadra. Uno spettacolo si tiene solo se l’intera compagnia, on stage e dietro le quinte, dai protagonisti al coro, coopera per la messa in scena, nelle prove come nelle rappresentazioni”. Ed è appunto una “squadra” quella che “La Luna Obliqua”, l’associazione presieduta da Neri, mette al servizio delle vocazioni e delle aspirazioni dei ragazzi e delle ragazze della città del Longano. Canto, musica, danza, recitazione, dizione e fonetica le discipline del laboratorio che si arricchirà con una master class affidata ad un maestro del genere musical.

Menu